L’ora della giustizia (meglio qualcosa che niente)

Da RainNews24: L’ex Nar Luigi Ciavardini dovrà scontare 30 anni di reclusione per aver partecipato, come esecutore materiale, alla strage di Bologna. Lo ha deciso la seconda sezione penale della Cassazione dichiarando inammissibile il ricorso dell’imputato e confermando così la sentenza della sezione minori della Corte d’appello di Bologna che, nel dicembre 2004, lo aveva ritenuto responsabile del reato di strage. L’imputato, all’epoca dei fatti minorenne, era stato accusato di aver portato la valigia con l’esplosivo alla stazione di Bologna per l’attentato, avvenuto il 2 agosto 1980, nel quale persero la vita 85 persone e ne rimasero ferite oltre 200.
Per la strage sono già stati condannati con sentenza definitiva all’ergastolo Valerio Fioravanti e Francesca Mambro.

Il mattino dopo la strage, sono passato per la stazione di Bologna mentre andavo al mare a Riccione. Ricordo il fumo, i pompieri, i volontari sporchi di sangue. Ricordo che non capivo cosa era successo e un po’ eravamo assuefatti all’idea che ci fossero ogni tanto delle stragi che colpivano le persone comuni a caso. Senza rivendicazioni, senza un disegno dichiarato.

I mandanti non sono finiti in galera, ma meglio qualcosa che niente.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...