Come riesumare un netbook col disco rotto (e senza aprirlo)

Riesumare un portatile con una chiavetta USB

In passato ho scritto più volte del mio netbook Acer Aspire One, di come mi fosse arrivato con a bordo l’orrendo Linpus (un Linux ritagliato da Acer) e di come l’avessi pian piano trasformato in una macchinetta Linux completa e soddisfacente con Ubuntu. Dopo oltre tre anni di onorato servizio, il disco interno a stato solido da 16 GB è morto, o meglio va ancora saltuariamente e quindi è inaffidabile per tenerci il sistema operativo.

Siccome non volevo buttarlo via né arrischiarmi a fare una sostituzione aprendo una macchinetta super compatta come un netbook, mi sono arrangiato come segue. Il bello è che adesso è più veloce di prima, la navigazione è fluida ed anche la videoscrittura è migliorata. Ed ho speso in tutto 16 euro. E l’idea è riusabile su (quasi) tutti i portatili vecchi che abbiamo in casa: basta che accettino di partire da una chiavetta USB.

  1. Ho comprato una chiavetta USB da 4 GB di piccolo ingombro (per i curiosi, una LaCie da 16 euro, come quella mostrata in figura; l’ingombro minimale è un fattore importante, perché la chiavetta dovrà restare sempre inserita nel portatile: se sporgesse più di mezzo centimetro darebbe fastidio!
  2. Vi ho caricato una particolare versione di Linux, pensata per lavorare direttamente dalla chiavetta USB: Puppy Linux. Ho scelto questa versione perché richiede davvero poche risorse hardware, è facilmente installabile, ha una interfaccia gradevole ed è completabile coi principali software. Per preparare la chiavetta con Puppy ho usato la procedura LinuxLiveUSB, che è alla portata di tutti.
  3. Ho avviato il mio netbook, sono entrato nel programma di setup (tasto F2) ed ho cambiato l’ordine di boot: prima USB, poi il disco interno (altrimenti, il netbook tenterebbe comunque di partire dal disco interno semiguasto).  Se il vostro netbook o portatile non permette di scegliere questo ordine di avvio, purtroppo non potrete usare questo trucco.
  4. Ho inserito la chiavetta in una porta USB del netbook, ho riavviato la macchina e.. voilà: il mio netbook è pronto all’uso o quasi. Puppy ha dei limiti rispetto a Linux più completi e pesanti come Ubuntu: ad esempio per connettersi a internet occorre pigiare esplicitamente il pulsante “Connect” mostrato sul desktop e selezionare la porta wifi, ma per il resto ha riconosciuto al volo tutto l’hardware, compresa la webcam interna. Una volta connesso a internet, ho installato tramite il pulsante “Install” LibreOffice, la versione non Oracle di OpenOffice, ed ho aggiornato Firefox.
  5. Sulla chiavetta ho sia il sistema operativo (Puppy) sia le mie applicazioni (es. LibreOffice), sia i miei documenti e dati. Ciò significa che, inserendo la chiavetta in un pc di un amico che possa partire da chiavetta, io mi ritrovo nel mio ambiente (desktop, preferenze, applicazioni, documenti) senza bisogno di portarmi dietro il netbook. In pratica è come se avessi un pc in una chiavetta.

Mica male, eh? L’effetto finale è quello nella foto, dove ho evidenziato con un riquadro rosso la presenza della quasi invisibile chiavetta salvaportatile:

Un pensiero su “Come riesumare un netbook col disco rotto (e senza aprirlo)

  1. Mmm … l’esperimento è andato bene per un mese, poi la chiavetta è improvvisamente morta. Non so se sia dovuto ad un accidente o se l’uso intensivo ne limiti necessariamente la durata temporale. Oggi ho comprato una seconda chiavetta, sempre piccolissima, da 4 GB, che costa quasi la metà della precedente (9 euro), ha il LED che indica quando è in funzione e ci riprovo. Se morirà prematuramente anch’essa, vuol dire che la strada è poco percorribile. Se invece sopravviverà, allora è una buona strada per riesumare pc. Vi farò sapere.

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...