Cultura da ascoltare (e scaricare) con Wikiradio

wikiradio

Orfano di Alle 8 della sera, cioè della possibilità di ascoltare monografie storiche, scientifiche ed artistiche durante i viaggi in auto o metrò, ho con gran piacere scoperto Wikiradio di Radio Rai, che mette a disposizione centinaia di monografie di una ventina di minuti l’una, liberamente scaricabili in mp3 dalla pagina di podcast.

Volendo condividere questi contenuti nel proprio blog (senza scaricarli), basta cliccare col pulsante destro su “Scarica” e copiare l’URL del file mp3. Nel caso di WordPress.com (che ospita il mio blog) basta poi racchiudere l’URL in questo modo:

[_audio_http://www.radio.rai.it/podcast/A42653132.mp3_]

sostituendo i “_” con spazi. Ed ecco il risultato:

Sul sito di Rai Radio si trovano anche gli archivi della serie Rosso Scarlatto, dedicata a temi di attualità e più controversi, purtroppo in formato .ram (Real Player) e quindi scaricabili e condivisibile con maggiori difficoltà. Per scaricarlo e tradurlo in un solo passaggio (e senza installare nulla) si può utilizzare il servizio online Zamzar

Guarda la Rai (e La7 e Mediaset) sul pc

StreamRAI è un freeware che aggrega i canali Rai, La7 e Mediaset  trasmessi in streaming su internet, facilitandone la visione sul pc ed evitando di dover ricordare indirizzi e di caricare intere pagine piene di informazioni di contorno alla trasmissione desiderata.

Contiene inoltre una funzione sperimentale di registrazione della trasmissione in corso.

Per la visalizzazione delle trasmissioni si appoggia su VLC, uno dei migliori media player gratuiti attualmente disponibili, che quindi deve essere presente sul pc.

Rai, ridacci Alle Otto delle Sera !

Io sono un affezionato ascoltatore della trasmissione radiofonica  “Alle otto della sera“, che considero una delle poche occasioni di divulgazione culturale e scientifica alla portata di tutti, insomma uno dei rari prodotti di qualità della Rai, di cui sono cliente in quanto abbonato e pagatore regolare delle tasse. Improvvisamente e senza un perché, a settembre Rai ha chiuso la trasmissione.

Stimolato da alcuni visitatori di questo sito, ho deciso di aprire una petizione su Firmiamo.it per sollecitare Rai a riaprire “Alle otto della sera”. Se anche tu apprezzi questa trasmissione o semplicemente se ritieni che tra i compiti di Rai in quanto pubblico servizio ci sia anche la divulgazione culturale e scientifica, ti invito a sottoscrivere la petizione all’indirizzo

http://www.firmiamo.it/alleottodellasera

Fai conoscere questa petizione ai tuoi amici e pubblicizzala sul tuo sito.

Silverlight e la Rai

Cara mamma Rai

grazie per aver messo a disposizione su internet una parte della tua produzione, in particolare i telegiornali, consentendo generosamente a tutti, anche a quelli che diversamente da me non pagano il canone, di goderne liberamente.

Non ho capito però perché tu abbia scelto di trasmettere questi contenuti in formato Silverlight di Microsoft anziché utilizzare formati più diffusi e magari non proprietari. A causa della tua scelta, ad esempio, io – che ho pagato il canone – non posso guardare le tue trasmissioni dal portatile Linux da cui sto scrivendo questa lettera.

Se tu trasmettessi il segnale video in un formato visibile solo dai televisori Sony (per citare un nome e caso) verresti accusata di esserti “venduta” a quel costruttore. Scegliendo il formato Silverlight  stai costringendo chi vuole vederti da internet ad usare un computer con uno specifico sistema operativo (Microsoft Windows) perché – diversamente da molti altri formati – Silverlight è disponibile solo su Windows.

Non ti mancavano scelte differenti. Per anni hai trasmesso tu stessa con un altro formato che non poneva questi limiti. Hai sbagliato, torna indietro.

Un tuo affezionato (e pagante) abbonato.

Riascoltare le puntate di Alle otto della sera

Tempo fa avevo trovato il modo di scaricare dal sito della Rai le puntate radiofoniche di Alle otto della sera, interessante serie di monografie storiche e culturali trasmesse appunto alle 20, un orario per me scomodo. Scaricandole e trasformandole in mp3 è possibile ascoltarle comodamente in altri momenti, ad esempio mentre si viaggia coi mezzi pubblici o in auto. Tutto ciò naturalmente sotto l’assunto che si sia in regola con il pagamento dell’abbonamento Rai.

Da qualche mese il sito ha cambiato formato di archiviazione e trasmissione, con l’adozione del formato Real. L’ultimo player Real include la funzione di download ma che però non funziona con le puntate di Alle otto della sera. Utilizzando Mozilla Firefox e FlashGot è però possibile procedere al download. Ecco come:

  • Andate sulla pagina della monografia che vi interessa (es. “Oro Bianco“)
  • Lanciate in ascolto la prima puntata, cliccando sul corrispondente link; si apre una finestra secondaria, contenente il player Real
  • Lasciate partire la riproduzione della puntata
  • Dopo qualche secondo di riproduzione,  posizionare il cursore sulla finestra secondaria e cliccare con il pulsante destro del mouse

Se nel menù che appare c’è la voce “FlashGot Media (1)”:

  • cliccare su di essa; appare una finestra di FlashGot intitolata “Aggiungi un nuovo scarico”
  • in essa cliccare il bottone “Conferma”; parte così il download della puntata

Se invece non c’è la voce  “FlahsGot Media (1)”:

  • cliccare sulla voce “Visualizza Info Pagina”
  • nella finestra “Informazioni Pagina” cliccare su “Media”
  • scorrere l’elenco “Indirizzo” fino a trovare la riga che inizia con “http://www.radio.rai.it//radio2/alleotto/”e di tipo “Incorporato”
  • nella riga “Indirizzo” cliccare col pulsante destro del mouse e scegliere “seleziona tutto” e poi “copia” per selezionare l’indirizzo completo della puntata. Nell’esempio, l’indirizzo della prima puntata di Oro Bianco è http://www.radio.rai.it//radio2/alleotto/orobianco//archivio_2008/audio/orobianco2008_09_22.ram
  • Aprire la finestra di FlashGet
  • Cliccare su “Nuovo” e confermare l’indirizzo copiato; parte così il download.

Una volta scaricate una per una le puntate, per convertirle da formato Real a formato mp3 si può utilizzare Jodix Free RM to MP3 Converter.

I canali RAI finalmente in diretta su internet

La RAI ha finalmente messo in diretta su internet i suoi principali 3 canali TV più News 24; mancano per ora all’appello Rai Gulp e Rai Sport ma aspettiamo fiduciosi. Basta cliccare sui seguenti link:

Sono disponibili anche i canali radio (in formato Real):

Cartoni, sceneggiati e documentari gratis su Rai Click

Non è una vera novità ma per me una vera scoperta. Su RaiClick è possibile (ri)vedere gratis centinaia tra cartoni animati (es. Martin Mystere, Jolanda) ed altre trasmissioni per bambini (es. Melevisione), sceneggiati televisivi vecchi (es. la Freccia Nera, Sandokan) e recenti (es. Montalbano) , documentari (es. una selezione di Turisti per caso, 83 filmati di SuperQuark,) fiction varie, spettacoli di varietà e servizi di informazione e culturali quali “La storia siamo noi” ed altri ancora … In molti casi sono integrali, altre volte sono selezioni delle cose migliori. Una videoteca ampia ed interessante, caso unico in lingua italiana.

“Raccontami una Storia”

Raccontare una storia, anzi raccontare la Storia, quella con la S maiuscola, operazione difficile: molti di noi si ricordano la noia di fronte ai lunghi elenchi di date, re, battaglie snocciolati dai testi di scuola. Per tornare (o imparare) ad apprezzare la Storia, raccomando gli splendidi racconti di Storia della trasmissione “Alle 8 della sera” di Rai Radio 2. In una ventina di puntate da 20 minuti l’una un esperto racconta un episodio o un personaggio storico: sono monografie solitamente fatte molto bene, da persone competenti, che sanno mescolare il dato storico con qualche aneddoto ma soprattutto – partendo dall’argomento specifico – sanno collegarlo con altri eventi storici, ricostruendo così il contesto e quindi il senso di quanto accade e spesso rivelando legami inaspettati tra personaggi e civiltà apparentemente distanti tra loro. Insomma, vere e proprie lezioni di Storia da cui si esce avendo imparato realmente qualcosa.

Ad esempio, le puntate su Attila rivelano inaspettate parentele tra il capo unno e la corte imperiale romana cambiano radicalmente la tradizionale e falsa nozione di un barbaro apparso all’improvviso ai confini dell’impero; nelle puntate sulla battaglia di Adrianopoli emerge che la prima traduzione della Bibbia dal greco non fu in latino ma in gotico, a cura di Ulfila, principe goto convertito al cristianesimo e fatto vescovo (l’immagine qui a fianco è la riproduzione di una delle pagine di questa Bibbia).

Le puntate sono disponibili in formato Real e sarebbero da ascoltare stando connessi ad internet, ma con questa tecnica , si possono scaricare e trasformare in MP3, potendo quindi poi ascoltarsele comodamente dal proprio lettore ad esempio mentre si va al lavoro. Queste tecniche richiedono di conoscere l’URL dello stream Real, che però non è visibile. Come fare ? Ecco un trucco che funziona con Firefox:

  • andare sulla pagina del ciclo di puntate desiderato
  • cliccare sulla prima puntata per lanciarne l’ascolto
  • nella finestra in cui appare il lettore Real cliccare con il pulsante destro e scegliere il comando “Visualizza info pagina”
  • Far scorrere il contenuto della riga “Indirizzo” fino a trovare la stringa “Q_CANALE”; tutto quello che segue è l’URL dello stream Real, da copiare per gli usi successivi:

http://www.radio.rai.it/player/player.cfm?Q_CANALE=http://www.radio.rai.it//radio2/alleotto/annibale…

Le stesse istruzioni sono illustrate da questo video: