730 per 2008

… fa 1.465.840

Scherzi a parte, anche quest’anno Taxonline ha messo a disposizione attraverso TGCOM un ottimo software per farsi il 730 a casa propria. Io ho usato l’edizione 2007 e mi sono trovato benissimo: il 730 che ne è uscito ha retto il controllo del CAAF cui mi sono rivolto per la consegna e mi ha persino permesso di trovare un errore fatto dal compilatore umano dell’anno precedente …

Oltre ad essere abbastanza semplice da usare (la compilazione di tutti i campi è guidata), il software è corredato di una serie di add-on tra cui le istruzioni complete ministeriali per la compilazione e – almeno lo scorso anno è andata così – Taxonline ha provveduto ad aggiornarlo periodicamente a mano a mano che uscivano i chiarimenti da parte della Agenzia delle Entrate. Quindi non solo un buon software ma anche dei buoni servizi a corredo.

Il tutto gratis.

Avvertenza per chi usa Windows Vista: dopo averlo installato, lanciarlo sempre cliccando sulla icona sul desktop con il bottone destro e scegliere “Esegui come Amministratore“, altrimenti darà un messaggio di errore.

Prova le applicazioni web senza esserne provato

Per farsi rapidamente un’idea della bontà di una applicazione web, l’ideale è poterla provare. Ma i siti demo (quando ci sono) solitamente mettono a disposizione un sottoinsieme delle funzionalità o dei ruoli e poi non consentono di eseguire prove di lunga durata perché periodicamente (es. tutte le notti) buttano via i dati inseriti. In questi casi non resta che scaricare l’applicazione, scaricare tutte le librerie richieste, installare, configurare, prima di poter provare. Tutte attività che richiedono a loro volta un tempo significativo, che va a scapito delle prove funzionali vere e proprie. Bitnami va incontro a questa esigenza, mettendo a disposizione un eseguibile che installa tutto il necessario per una ventina tra le applicazioni web opensource più note ed interessanti: WordPress, Joomla, Liferay, Drupal, DokuWiki, Mantis … E se l’applicazione che ti interessa non è tra queste, da Bitnami puoi prelevare lo “stack” corrispondente (es. WAMP = Apache + MySQL + Php per Windows) e installare sopra di esso la tua applicazione, risparmiando comunque un bel po’ di tempo. Quest’ultima funzione è svolta anche da Xampp, che però si limita allo stack e non arriva a servirti anche l’applicazione.

Il nuovo sito del Partito Democratico parte all’insegna Microsoft ?!?

Brutta partenza del nuovo sito del Partito Democratico: appena si entra viene richiesta l’installazione di Microsoft Silverlight per poter accedere a Democratica.tv, la webtv del partito. Microsoft Silverlight è una soluzione proprietaria di Microsoft per l’erogazione di contenuti multimediali, che ha il “piccolo” difetto di non essere disponibile su Linux e quindi può favorire di fatto le postazioni che hanno Windows o Mac.

Microsoft può fare le scelte che vuole, almeno fino a quando qualche ente di controllo pubblico non vi ravveda azioni contrarie al libero mercato, come è accaduto con Internet Explorer e Windows Media Player.

Ma che il nuovo Partito Democratico scelga soluzioni eccessivamente vincolanti e “targate”, pur essendo disponibili parecchie soluzioni tecniche alternative, non proprietarie oppure proprietarie ma sostenute da più produttori … beh, non depone a favore di una attenzione alle tematiche della libertà di scelta, del digital divide, dell’open source, che da quel Partito ci si poteva e doveva attendere.

E poi … ma solo a me lo slogan “Si può fare” fa venire in mente l’identica frase urlata da Gene Wilder nei panni del nipote del dottor Frankestein mentre sta dando vita al mostro, in Frankestein Junior di Mel Brooks ?  :->

Casa 3-Dolce Casa

Mi sarebbe stato utile qualche anno fa quando ho traslocato ma potrebbe ancora venire buono, nella vita non si sa mai … Sweet Home 3D è una applicazione open source per il disegno di interni che ti aiuta a disporre il tuo mobilio su di una piantina 2D, con un anteprima 3D. In pratica, ti permette di disegnare la planimetria del tuo appartamento (o semplicemente della tua stanza o del tuo ufficio), di arredarla con i mobili (inclusi nella applicazione) e di vedere in 3D l’effetto che fa sia in vista prospettica sia “camminandoci dentro”.

Il mobilio base fornito con l’applicazione è solo di una ottantina di pezzi, cui si aggiungono altri 100 pezzi prodotti da utenti e disponibili gratuitamente, più altri mobili disponibili su altri siti (non so se gratuitamente). Oltre ovviamente alla possibilità di disegnare da noi stessi i mobili non già disponibili.

Essendo sviluppata in tecnologia Java Web Start, è possibile utilizzarla senza installarla sul pc, ma per usarla in assenza di una connessione continua con internet, è più conveniente scaricarla e poi lanciarla dal pc. Entrambi i link per l’uso da internet e fuori internet sono disponibili nella homepage.

Il nome del rosa

Con Name that color puoi scoprire il nome del rosa, del rosso, del fucsia, del cremisi o di qualunque altro colore partendo dal suo codice HTML o selezionandolo da un selettore visuale disponibile sul sito. E se voglio scoprire il nome di un colore usato in una pagina web o in una immagine qualsiasi, posso prima usare un “color picker” come Get Color (cliccando su un punto dello schermo ti restituisce il codice HTML del colore sottostante il cursore) e poi copiare il codice nella pagina di “Name that color” e voilà … ti viene dato il nome di quel colore o del colore più prossimo. In questo modo ho scoperto che il rosso scuro del mio sito è circa “Totem Pole”. Lo stesso risultato lo si può ottenere consultando i nomi dei colori su Wikipedia, ma con “Name that color” e “Get Color” è mooolto più veloce e preciso.

A spasso dentro le pagine web con Weblin

Ogni giorno nasce una tecnologia nuova e tutto questo sperimentare sta portando alla costruzione di un “mondo nuovo” che – forse più dei mondi paralleli alla Second Life – è fortemente interconnesso al mondo reale.

L’ultima arrivata è Weblin, una chat visuale che si svolge dentro le pagine web. Installato il software ed avviato, ogni volta che visitiamo una pagina web compariranno nella finestra anche il nostro avatar e gli avatar di tutti gli altri che hanno installato weblin e stanno in quel momento navigando quella pagina. In pratica, ogni pagina web diventa virtualmente una stanza di chat, quindi si dovrebbero incontrare persone che condividono con noi (almeno temporaneamente) un interesse: il contenuto di quella pagina. Quindi Weblin si presta moltissimo per commentare insieme il sito visitato o per trovare persone con interessi simili ai nostri usando la navigazione come “filtro” implicito.

I miei primi tentativi con weblin sulla homepage di Repubblica mi hanno mostrato un buon numero di avatar weblin (quindi l’idea e la tecnologia stanno attecchendo) e hanno confermato la potenzialità dell’idea che funziona, purché uno si dia qualche regola di comportamento, attenendosi nella chat ad argomenti che hanno a che fare col sito visitato e non riducendosi ad usare weblin come l’ennesimo luogo dove insultarsi o tacchinare …

FileHippo mantiene aggiornato il tuo pc

FileHippo è un famoso repository di software, che ha la caratteristica di mantenere disponibili anche le versioni precedenti dei programmi. Da qualche settimana offre un servizio decisamente interessante: una utility che, installata sul pc, controlla se vi sono versioni nuove del software installato e ne propone l’aggiornamento. Controlla anche la disponibilità di alcuni driver (tra i quali quelli delle schede video). A piacere, avvisa persino se c’è una versione beta (cioè di prova) dei software che vogliamo seguire più da vicino.