Una agenda accessibile da Google Calendar, Thunderbird, Windows Mobile e AspireOne Linux

(questo è un aggiornamento di un post già pubblicato il 27/9/2008)

Ecco come allestire una agenda degli appuntamenti e poterla consultare ed aggiornare da un web browser, da Thunderbird (cliente di posta elettronica open source, disponibile su pc Windows e su Linux) e da un palmare Windows Mobile.

In Google Calendar:

  • creo un calendario unico su cui appuntare tutti i miei appuntamenti e l’ho chiamato “Mio Calendario”
  • Nella colonna sinistra di Google Calendar, clicco su “Impostazioni”, poi “Mio Calendario”, poi clicco sulla icona XML nella riga “Indirizzo Calendario” e leggo l’indirizzo del calendario (qualcosa del tipo http://www.google.com/calendar/feeds/USERNAME/ECC. ECC.

Sul pc Windows con Thunderbird:

  • installo l’add on Lightning (che aggiunge le funzionalità di agenda di SunBird dentro Thunderbird) , prelevandolo dal sito Thunderbird Add Ons
  • installo l’add on Provider for Google Calendar prelevandolo dallo stesso sito, che aggiunge a Lightning di accedere a calendari Google
  • In Thunderbird – Lightning, accedo alla sezione Calendari (menù Vai – Calendario) ed aggiungo un nuovo calendario chiamandolo per semplicità anch’esso “Mio Calendario”, di tipo “di rete” – “Google Calendar”, digito l’indirizzo XML del calendario Mio Calendario e fornisco le mie credenziali (username password) di utente Google.
  • Per forzare la sincronizzazione tra Thunderbird e Google Calendar, clicco col pulsante destro sul “Mio Calendario” in Thunderbird e seleziono “Ricarica Calendari Remoti”. Thunderbird comunque provvedere a sincronizzare periodicamente i due calendari.

Sul netbook con Linux4One e Thunderbird:

  • poiché gli add on Lightning e Provider for Google Calendar di Thunderbird sono disponibili anche per Linux, le istruzioni sono le medesime che per il pc Windows. Ciò grazie al fatto che Thunderbird è multipiattaforma (provate con Outlook se ci riuscite!)

Sul palmare Windows Mobile:

  • installo la versione gratuita di OggSync (*)
  • In OggSync configuro le credenziali di accesso a Google Calendar e scelgo come unico calendario da sincronizzare “Mio Calendario” (la versione a pagamento consente di sincronizzare più calendari e la lista dei contatti ma agli scopi di questo post basta la versione gratuita)

Da Web Browser

(*) Per scegliere OggSync ho provato i seguenti prodotti, di cui riporto l’esito delle prove, invitando comunque tutti a verificare in quanto le limitazioni qui evidenziate potrebbero dipendere da errori miei o limiti del mio palmare o dall’uso di versioni non aggiornate. La seguente tabella non costituisce un giudizio sui prodotti ma riporta solo l’esito di prove personali senza alcuna pretesa di completezza ed accuratezza:

PRODOTTO LICENZA LIMITI
SyncMyCalMobile limitata funziona ma limita la visibilità della sinronizzazione in avanti a soli 3 giorni
OggSync versione free la versione free funziona solo con un calendario; al primo avvio ha perso la configurazione di Mio Calendario, una volta ridata funziona; non ha limiti sulla finestra temporale esaminata ma è limitabile a piacere
GooSync lite chiede di passare attraverso il loro server, che provvede a mediare con Google Calendar; la lite è un trial che dura solo 7 giorni
GMobileSync open source nelle prove ha duplicato gli eventi sul calendario locale e segnala un errore finale
The Missing Sync pagamento per Mac
Google Calendar Sync gratuito per Microsoft Outlook
Google Sync gratuito prende possesso di ActiveSync sul palmare e quindi sembra incompatibile con la normale connessione al pc, in quanto pensato per teleofoni basati su Windows Mobile e non per palmari

Thunderbird per lavoro

Da anni utilizzo Thunderbird come cliente di posta elettronica al posto del più diffuso Outlook per una serie di buoni motivi: (a) è gratis (b) posso usarlo anche a casa e su macchine non Windows, es. sul mio Acer Aspire One con Linpus (c) ha un corredo di addon gratuiti che consentono di personalizzarne molte funzionalità (d) funziona molto bene con tutti i server di posta elettronica che finora ho sperimentato.

Rinviando al sito degli addon per scoprirne molti altri, ecco la mia personale lista di addon che trovo particolarmente utili per chi – come me – utilizza pesantemente la posta elettronica come deposito di lungo periodo delle informazioni di lavoro:

  • Copy Sent to Current, per decidere al momento della spedizione in quale cartella salvare la copia del messaggio in partenza (evitando così di avere centinaia di messaggi nella cartella “Posta Inviata” di difficile classificazione
  • Mail Classifier, che propone in base a regole euristiche in quale cartella archiviare i messaggi in arrivo
  • ChangeQuote,  per includere nella citazione di messaggi tutte le informazioni (data di arrivo, mittente, soggetto ecc.) relative ai messaggi citati
  • Lightning, per la gestione del calendario degli impegni, sincronizzabile con Google Calendar e con l’agenda del palmare Windows Mobile